mercoledì 25 aprile 2018

"Tutta la vita che vuoi" di Enrico Galiano-RECENSIONE

Titolo: Tutta la vita che vuoi
Autore:Enrico Galiano
Pagine:300
Prezzo: 17,90€ (compra QUI)
Il voto che gli ho dato:★★★★
Trama:Tre ragazzi. Ventiquattr'ore. Una macchina rubata. Una fuga. Una promessa. Perché ci sono attimi che contengono la forza di una vita intera. Così intensi da sembrare infiniti. È un susseguirsi di quei momenti che Filippo Maria vive il giorno in cui, per la prima volta, riesce a rispondere a tono al professore di fisica che lo umilia da sempre. Appena fuggito da scuola vuole solo raggiungere Giorgio, il suo migliore amico che, immobile di fronte a una chiesa, si chiede perché non sia ancora riuscito a piangere al funerale del fratello. Poco dopo incontrano una ragazza che corre a perdifiato: è Clo. Basta uno scambio di sguardi e i tre si capiscono, si riconoscono, si scelgono. La voglia di vivere e di cambiare che hanno dentro è palpabile, impressa nei loro volti. Si scambiano una promessa: ognuno di loro farà quell'unica fondamentale cosa che, di lì a vent'anni, si pentirebbe di non aver fatto. Anzi, lo faranno insieme: Clo sa come aiutarli. Basta scrivere su un biglietto cosa li renderebbe felici. Lei ne ha uno zaino pieno, di motivi per cui vale la pena vivere: le nuvole quando sembrano panna o l'odore della carta di un libro... Ora spetta a Giorgio e Filippo trovare il loro motivo speciale per cominciare a vivere senza forse, senza dubbi, senza incertezze. Ma non sempre chi ci è accanto è sincero del tutto. Ciò non riesce a condividere con loro la sua più grande speranza per il futuro. Perché a diciassette anni è difficile lasciarsi guardare dentro e credere che esista qualcuno disposto ad ascoltare i segreti che non siamo pronti a rivelare. Per farlo non bisogna temere che la felicità arrivi per davvero e afferrarla.

Recensione:
Salve lettori, non ci credo neanche io che sto scrivendo una recensione qui sul blog. Sono stata veramente risucchiata da interrogazioni e verifiche,quindi non ho trovato il tempo di poter scrivere recensioni o comunque book tag...ma eccomi qui! Oggi vi recensirò "Tutta la vita che vuoi" di Enrico Galiano,di cui avevo già letto l'esordio "Eppure cadiamo felici" che come sapete, se guardate le mie storie, è stato uno dei libri più belli che ho letto a marzo.
Il romanzo racconta delle avventure, delle follie e dei dolori che Filippo Maria, Clo e Giorgio affronteranno durante una sola giornata;nonostante sia ambientato solamente in un giorno la narrazione non è mai noiosa,anzi ti invoglia sempre di più a continuare a leggere.
Filippo Maria e Giorgio si conoscono praticamente da sempre, il primo soffre di una dislessia che a volte gli fa creare parole totalmente nuove e che soprattutto non vede l'ora di mandare a quel paese il prof,che lo umilia sempre davanti a tutta la classe,senza nessuno scrupolo; mentre il secondo non riesce a piangere per la recente morte del fratello, che era il favorito nella famiglia, infatti Giorgio viene sempre nominato dal padre come uno sbagli, poi non riesce a smettere di balbettare. 

"Perché se nessuno si accorge di te è più difficile che qualcuno ti faccia del male. L’invisibilità è la prima arma di difesa in tutto il regno animale, non si vede perché 
non debba essere lo stesso per l’uomo."

Poi abbiamo Clo,lei è un ragazza che odia il suo "vero" nome perchè le fa ricordare degli avvenimenti che sono accaduti molto tempo fa e che vorrebbe soprattutto dimenticare, ma soprattutto nel libro viene ovviamente sottolineato che è una cleptomane,non riesce proprio a farne a meno, deve sempre rubare qualcosa da poter portare con sé.
La vita sembra scorrere tranquillamente tranne quando poi:  Giorgio è al funerale di suo fratello ma vuole fare qualcosa di epico per ricordarlo,Clo chiude al supermercato con un ragazzo convinto che lei fosse la sua fidanzata e Filippo Maria decide finalmente di ribellarsi contro il suo professore. Questi avvenimenti porteranno questi tre ragazzi ad incontrarsi ed ad intraprendere un viaggio di ribellione nell'arco di una sola giornata,facendo le cose che non hanno mai avuto il coraggio di fare, compiendo anche atti pieni di energia e che soprattutto trasmettono libertà. Alla fine succede tutto in attimo, ma è proprio questo che caratterizza il romanzo, di come questo piccolo momento possa rappresentare la forza dell'infinito e del cambiamento dei tre ragazzi.
In quanto adolescente mi sono riconosciuta molto in alcuni pensieri o comportamenti di Filippo Maria,Giorgio e Clo,ma credo che chiunque sia stato in quest'età possa capire la maggior parte dei loro comportamenti.
Di questo romanzo ho adorato l'avventura, tutti i cambiamenti dei personaggi e soprattutto lo stile dell'autore che rimane sempre scorrevole, ironico e brillante,innamorato dello spirito che caratterizza gli adolescenti.
Questo libro vale la pena essere letto perchè ti insegna molte cose che,credetemi,vi rimaranno sicuramente dentro voi stessi.
Ringrazio veramente molto la Garzanti che mi ha dato l'opportunità di leggerlo ed io spero veramente che darete una possibilità a questo romanzo perchè merita davvero.
A presto,
Ilaria.

9 commenti: